solidarietà a Kabu !

SABATO 23 NOVEMBRE ORE 15.00
CORTEO CONTRO LA REPRESSIONE A UDINE CONCENTRAMENTO IN PIAZZA MATTEOTTI (S. Giacomo)
+ info

ACCADE A UDINE !: 13 novembre Kabu, un giovane compagno viene pestato ed arrestato dalla polizia perchè privo di documenti (la giustificazione è la solita: “resistenza”), le persone che assistevano al pestaggio sono state intimidite, alcune malmenate. Due compagne/i che si erano recate in Questura per informarsi della sorte di Kabu sono state a loro volta denunciate. 15 novembre: dopo 48 ore Kabu è stato scarcerato.

(riprendiamo da info-action)

Ieri sera (13 novembre) uno sbirro ha chiesto a Kabu i documenti. Kabu gli ha risposto che non li aveva ed è stato sbattuto a terra. Poi gli sono saltati addosso almeno 5 sbirri + 2 carabinieri, pestandolo, minacciandolo, ecc. E’ stato arrestato per resistenza e aggressioni a pubblico ufficiale. Un’altra ragazza, è stata spinta e a un’altro ragazzo è arrivato un calcio con gli anfibi. Un ragazzo americano che stava filmando la scena (come altri passanti che fotografavano l’aggressione) è stato arrestato anche lui. Un ragazzo e una ragazza sono stati denunciati per resistenza, senza aver fatto resistenza alcuna. Sono stati costretti alla schedatura fotografica e a dare le impronte digitali. Il ragazzo americano pare dovrebbe essere rilasciato (dopo foto e impronte). Kabu è stato portato in prigione in via Spalato questa mattina dove starà per 48 fino all’udienza. Gli è stato mandato un telegramma.

VOGLIAMO KABU LIBERO SUBITO

SOLIDARIETA’ A KABU E A TUTT* I/LE RAGAZZ* CHE HANNO SUBITO QUESTA AZIONE REPRESSIVA

intanto gli dedichiamo questa canzone!

Up town, I was wandering around
Two coppers clocked me and said “Here’s one for the pound”
I told them that I knew my rights, and started to see red
They laughed and got their truncheons out and this is what they said

“We run things in this neighbourhood
And we don’t fuck about so you better be good
No firm is as big as ours and we show no pity
From the hills to the coast, all the towns and cities
Are ruled by us with an iron grip
You march to our drum and you live in our trip
We’re the engine’s mechanics; we’ve got all the tools
This is ‘Animal Farm’, we’re the pigs, we rule!”

One day down the dole, I was smelling something funny
When the bastards lording over me would not give me my money
Their power trip was obvious, malicious and low
And a hag with a computer said “There’s one thing you should know…”

“We run things…”

In the old oak forest I was having a good time
When a bastard in a hard hat came and said “All this is mine!”
To build a tesco’s carpark I said “I’ll get in your way!”
As they beat me up and locked me up, all that they could say was…

“We run things…”

This entry was posted in Dal territorio, Repressione, Solidarietà and tagged , . Bookmark the permalink.