SCIOPERO “GENERALE” ?

I sindacati di Stato, dopo essere riusciti ad indire contro la macelleria sociale del governo Monti e la devastante riforma Fornero solo 4 ore di sciopero, ora tornano “alla carica” con uno sciopero presunto generale.
gatto selvaggioLe modalità dell’agitazione sono però tali da depotenziarlo completamente in partenza: giorni diversi a seconda delle province e delle regioni (15 novembre in Friuli Venezia Giulia), durata diversa a seconda delle zone e dei comparti: 4, 8, persino una sola ora !
È chiaro il carattere puramente di facciata di questa mobilitazione. Dopo lo sciopero del sindacalismo di base del 18 ottobre (sia pure largamente minoritario) CGIL, CISL, UIL dovevano pure dimostrare in qualche modo alla loro base “che si stavano muovendo”.
Non c’è molto da attendersi da sindacati che si sono da anni trasformati in semplici propaggini dello Stato, lautamente finanziate da questo (patronati, CAF) e che ancora recentemente hanno sottoscritto con Confindustria il vergognoso “Patto sulla Rappresentanza nei luoghi di lavoro” che rappresenta la definitiva adozione del “metodo Marchionne” in tutti i rami dell’industria, consentendo ai padroni di scegliersi liberamente la controparte privando di ogni diritto i sindacati che non si adeguano…

QUELLA CHE SERVE ORA E’ UNA VERA OPPOSIZIONE SOCIALE !

This entry was posted in Anarchici e sindacati and tagged , , . Bookmark the permalink.