Dopo il 15 ottobre sul fronte orientale

Anche in Slovenia il 15 ottobre è stata una giornata di protesta,tre grandi manifestazioni si sono susseguite sulla, così definita dai compagni sloveni per la rivista Umanità Nova, “diagonale della ribellione”, Koper, Ljubljana e Maribor  (presto il link al report ufficiale).
E’ dai tempi delle proteste contro l’entrata della Slovenia nella NATO che non si vedevano manifestazioni massive in contemporanea in diverse città.
Alla fine della giornata, dopo che migliaia di persone hanno sfilato in maniera determinata seppur pacifica su questa “diagonale”, a Ljubljana è stata presa in assemblea la decisione di continuare la protesta accampando una ventina di tende e occupando la piazza della Borsa.
L’occupazione sta continuando ormai da una settimana, le giornate si stanno svolgendo tra assemblee, workshop, discussioni e momenti culturali.
Durante questo periodo sono state fatte diverse azioni dimostrative davanti alla Banca Slovena e altri edifici delle istituzioni.

Per tenersi informati:
http://www.a-federacija.org/
http://15o.si/
http://www.njetwork.org/

Durante la manifestazione del 15 ottobre i compagni hanno distribuito il volantino:

VAŠA KRIZA, NAŠA ŽIVLJENJA/ LA VOSTRA CRISI, LE NOSTRE VITE

This entry was posted in Anarchici e sindacati, Dal territorio, Internazionalismo and tagged , , , , , . Bookmark the permalink.