L’ESERCITO A CODROIPO

IN QUESTI GIORNI ANCHE LA TRANQUILLA CITTADINA DI CODROIPO HA VISTO L’ESERCITO DISPIEGATO IN FUNZIONI DI ORDINE PUBBLICO. Pattuglie miste polizia-esercito, composte da cinque elementi armati di rivoltella e sfollagente, percorrono le vie del Comune friulano alla ricerca di reati da reprimere.

Considerato che i principali reati che si riscontrano a Codroipo sono le auto in divieto di sosta e (forse) qualche venditore ambulante abusivo che cosa giustifica questo scenario da guerra civile (peraltro ormai consueto in molti capoluoghi di provincia) ?

Persino i sindacati di polizia parlano di “soldi sprecati e risorse mal utilizzate”. La semplice risposta si trova nella folle politica securitaria del governo: creare artificialmente insicurezza ed allarme sociale allo scopo allo scopo di giustificare l’adozione di misure repressive sempre più gravi…

This entry was posted in Dal territorio, Repressione and tagged , . Bookmark the permalink.