Solidarietà con lo squat Argo ad Izola (Slo)

14657258_345896235761059_4656841233911358127_n

A Izola, in Slovenia a una manciata di chilometri da Trieste, un collettivo di persone ha occupato un anno fa gli edifici fatiscenti di una fabbrica abbandonata da tempo.

Li hanno resi abitabili e hanno cominciato a trovarsi li per autogestire la loro socialità organizzando concerti e iniziative, creando relazioni anche con il quartiere, è nato così lo squat Argo.
Dopo quindici anni di completo abbandono e degrado gli edifici sono stati riutilizzati da un gran numero di persone che si sono impegnate in un progetto di vita e socialità alternativo al solito circuito commerciale che ti fa essere consumatore passivo.
Da qualche tempo questa occupazione è sotto minaccia di sgombero perchè evidentemente l’auto organizzazione da fastidio alle autorità municipali.
I tentativi di penetrare lo spazio si sono fatti più aggressivi tra le giornate di ieri 27 e oggi 28 ottobre quando dei poliziotti in borghese hanno aggredito pesantamente due degli occupanti.

In questo momento i compagni e le compagne dell’ Argo hanno bisogno di solidarietà e presenza per resistere.

Noi di Affinità Libertarie siamo vicin* allo squat Argo e diffondiamo la loro chiamata di sostegno a chi puo’ anche per poche ore essere presente.

COSTRUIAMO RETI DI SOLIDARIETA’ CONTRO SGOMBERI E REPRESSIONE!

This entry was posted in Anarchia, Autogestione, Dal territorio, Internazionalismo, Repressione, Solidarietà and tagged , , , . Bookmark the permalink.