CIE DI GRADISCA: ancora repressione

Nonostante la chiusura (temporea) del lager di Gradisca non si attenua la repressione contro i detenuti che hanno lottato per ottenerne la chiusura.

Sono cinque le persone accusate di aver danneggiato la struttura, quattro le persone attualmente soggette a un provvedimento di custodia cautelare che si protrarrà fino alla fine delle indagini:

Due persone sono in carcere da ottobre. Sei mesi per aver rotto un plexiglass e qualche pezzo di ferro !

Tra il 4 e il 5 marzo altre due persone sono state arrestate e si trovano attualmente in stato di detenzione con la medesima accusa.

massima solidarieta’ alle persone inquisite !

This entry was posted in Dal territorio, No TAV, Repressione and tagged , , . Bookmark the permalink.