ANCHE LA FIOM ADOTTA IL METODO MARCHIONNE

Cremaschi si lamenta di essere stato cacciato in modo stalinista dalla riunione degli esecutivi unitari di CGIL  CISL UIL ?

Ma in che mondo vive ? In un paese in cui la democrazia sindacale non è mai esistita siamo ora giunti al logico epilogo: anche la CGIL (Landini e FIOM inclusi) ha dato il via libera all’accordo sulla rappresentanza con CISL, UIL e Confindustria, accettando il principio che contro accordi firmati a maggioranza non si può più scioperare, pena la perdita del diritto di partecipare alle elezioni della Rsu.
Siamo di fronte all’imposizione di una logica perversa: CGIL CISL UIL si garantiscono la maggioranza mediante la riserva per sé di un terzo delle RSU e  la negazione dei diritti più elementari al sindacalismo indipendente e di base da quello di assemblea a quello di avere le trattenute in busta paga e, poi, in nome di questa maggioranza truccata, pretendono di impedire ai lavoratori più
combattivi ed al sindacalismo indipendente di opporsi nei fatti ad accordi vergognosi. E’ il metodo Marchionne applicato all’intero sistema produttivo !

ORA PIU’ CHE MAI OCCORRE LA MOBILITAZIONE CONSAPEVOLE DI TUTT* LE/I LAVORATRICI/LAVORATORI IN DIFESA DEI PROPRI DIRITTI !

This entry was posted in Anarchici e sindacati and tagged , , , , . Bookmark the permalink.