REPRESSIONE IN SERBIA: ANNULLATA L’ASSOLUZIONE DEI “SEI DI BELGRADO” !

GRAVISSIMO ! A BELGRADO RATIBOR TRIVUNAC, “RATA” (attualmente in carcere per una manifestazione contro la NATO) è stato nuovamente incriminato, con gli altri cinque coimputati,  per il presunto attentato dell’agosto 2009.

Rata (al centro) in una foto d'archivio

BELGRADO –  la Corte d’appello ha ribaltato il verdetto contro il leader di iniziativa anarco-sindacalista Ratibor Trivunac e cinque altri imputati assolti dall’accusa di aver causato un “pericolo generico” lanciando tre “molotov”, presso l’Ambasciata di Grecia a Belgrado il 24 Agosto 2009.

Trivunac, considerato come l’istigatore, e gli altri imputati Ivan Vulovic, Ivan Savic, Nikola Mitrovic, Sanja Dojkić dovranno essere nuovamente processati con l’accusa di essere complici del reato di aver causato un “pericolo generico”, e Tadej Kurepa per il reato di favoreggiamento. (tradotto dal periodico serbo NOVOSTI)

Questa voce è stata pubblicata in Internazionalismo, Repressione e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a REPRESSIONE IN SERBIA: ANNULLATA L’ASSOLUZIONE DEI “SEI DI BELGRADO” !

  1. None scrive:

    abbiamo avuto conferma che i “sei” affronteranno il nuovo processo a piede libero

I commenti sono chiusi.