L’UNICA VIA: SCIOPERO SELVAGGIO ! L’ESEMPIO DI GENOVA

gatto selvaggioLa ribellione degli autoferrotranvieri di Genova, che hanno bloccato il servizio per cinque giorni in totale spregio della normativa anti-sciopero vigente, costituisce un importante precedente. È ormai evidente che solo la rivolta aperta dei lavoratori, con l’abbattimento della legislazione para-fascista che limita il diritto di sciopero, può bloccare l’offensiva dei padroni che sta ormai minacciando anche i più elementari diritti dei lavoratori.

Di questa mobilitazione sono evidenti sia i pregi che i limiti. I pregi: una ribellione contro la svendita dei servizi pubblici che ha avuto il sostegno ampio della cittadinanza. I limiti: una lotta che è rimasta isolata a livello nazionale e che è stata comunque diretta da settori del sindacalismo autonomo e corporativo (FAISA-CISAL). Gli autoferrotranvieri non sono nuovi a queste azioni di lotta, ricordiamo lo sciopero selvaggio degli autoferrotranvieri milanesi del 2003.

Fondamentale ora estendere la mobilitazione e non lasciare soli i lavoratori genovesi sui quali si stanno scaricando le pesantissime multe previste dalla “legge” (due milioni di euro per mille scioperanti !) !

CONTRO LO STATO SCIOPERO SELVAGGIO !

This entry was posted in Anarchici e sindacati and tagged , . Bookmark the permalink.