Chiomonte-Selz la resistenza continua le menzogne pure da ovest a est

La sera di giovedì 21 luglio il “compagno” D’Alema contestato dai no tav alla festa dell’unità a Selz, Ronchi dei Legionari, infastidito e circondato dai suoi cortigiani infastiditi pure loro (vedasi faccia della Serracchiani), ripete la solita solfa paternalistica della necessità della tav per non tagliare fuori l’Italia (da non si sa cosa perchè non l’ha detto: forse non lo sa nemmeno lui). Da buon marpione democratico accetta di mettere in discussione le modalità di realizzazione e di rapportarsi con la popolazione che subirà la tav.
Contemporaneamente infatti, in Val di Susa, le forze di occupazione ormai militare del cantiere di Chiomonte davano una ennesima prova di democrazia veramente diretta, sparando senza preavviso e senza motivo prolungati getti di idrante contro un presidio autorizzato con tanto di orchestra di liscio fuori dal cantiere.
Complimenti “compagno”! Tempismo perfetto!
Nei giorni del decimo anniversario del g8 di Genova 2001 ormai una cosa è evidente:
(l’articolo continua sotto la foto)

Oggi la storia si ripete ma l’unica cosa che è cambiata è che il pd è in perfetto accordo con il pdl: censura , disinformazione, condanna e repressione .
Questo è quello che il pd di Bersani, D’Alema, Penati, Tedesco, ecc. riserva ad un movimento popolare, quello no tav , che fa paura perchè è sempre più vasto e determinato a non lasciare che il territorio venga devastato per denaro.E il compagno D’Alema sa che in Valsusa la gente non cede più al ricatto morale di votare a sinistra perchè è il meno peggio…

Ecco gli infamanti articoli con cui si è cercato di avvalorare una (inesistente) aggressione nei confronti di D’Alema QUI e QUI e anche QUI


This entry was posted in Dal territorio, No TAV, Repressione and tagged , , , , . Bookmark the permalink.