TAGLIARE LE PENSIONI PER SALVARE LA SPECULAZIONE FINANZIARIA, LE SPESE MILITARI, LE “GRANDI OPERE”

F 35 finanziati dal taglio delle pensioni

Il Governo Monti, imposto dagli speculatori internazionali a tutela dei loro profitti, sta svolgendo anche troppo bene il suo sporco lavoro. Con il pretesto di evitare il DEFAULT lo Stato garantisce con fondi pubblici la solvibilità delle banche, mantiene intatte le spese militari (solo l’acquisto dei cacciabombardieri F35 costerà 15 miliardi di euro) e quelle per le grandi opere inutili e mafiose come la TAV. I soldi vengono reperiti essenzialmente grazie ad un brutale taglio del sistema pensionistico e ad una imposta sulle case spalmata in modo abbastanza indifferenziato sulla popolazione.

Lacrimucce ad effetto della ministra Fornero che è riuscita a peggiorare notevolmente la condizione pensionistica delle donne (la parità evidentemente la si ottiene solo al ribasso, attraverso la perdita di diritti).Solito teatrino della politica: “senso di responsabilità” da parte di PD, UDC e PDL, lieti che il

l'ammiraglio Di Paola, ministro della Guerra del governo "tecnico"

lavoro sporco venga fatto dai tecnici, opposizione di facciata di Lega e dipietristi (con un occhio alle elezioni), rituali scioperetti di CGIL CISL UIL (che peraltro, grazie al monopolio dei fondi pensionistici chiusi, sono i principali ad avvantaggiarsi del progressivo smantellamento del sistema pensionistico pubblico)…

E’ NECESSARIA PIU’ CHE MAI UNA GRANDE MOBILITAZIONE SOCIALE !

MANOVRA FINANZIARIA E CRISI : una analisi a cura del gruppo anarchico “Cafiero” di Roma

This entry was posted in Antimilitarismo, Contro i mercati finanziari, No TAV and tagged , , . Bookmark the permalink.